La Riforma della Riscossione

La Legge 2 dicembre 2005, n°248 "Conversione in Legge, con modificazioni, del Decreto Legge 30 settembre 2005 n°203, recante misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria" ha soppresso il sistema di affidamento in concessione del servizio nazionale della riscossione e ha dato facoltà tramite il comma 24 dell'articolo 3 per gli attuali concessionari della riscossione di scorporare il ramo d’azienda dedicato alla “fiscalità locale”.

SO.R.IT. S.p.A. si è avvalsa di tale facoltà prevista dall’art.3, comma 24, del D.L. n.203/2005, scorporando il proprio ramo d’azienda che si occupa della fiscalità locale e trasferendolo alla società beneficiaria SORIT Società Servizi e Riscossioni Italia S.p.A. che prosegue le attività ed i servizi in favore degli Enti locali, Consorzi di Bonifica, Società di servizi pubblici locali, eccetera.

Nuovi strumenti per la riscossione coattiva:
Il ruolo coattivo: dal 1° ottobre 2006 strumento utilizzato esclusivamente da Riscossione S.p.A.
Per i Comuni e le società beneficiarie degli scorpori del ramo d’azienda ex art.3, comma 24, D.L. n.203/2005: lo strumento per la riscossione coattiva è l’ingiunzione fiscale ex R.D. n.639/1910.

La Soluzione proposta da SORIT S.p.A.:
Il Recupero Crediti mediante sollecito extragiudiziale: uno strumento rapido, leggero ed efficace per il recupero di una buona percentuale di crediti insoluti.
L’Ingiunzione fiscale ex R.D. n.639/1910 da riscuotere con le procedure esecutive privilegiate previste dal D.P.R. n.602/1973, come stabilito dalla Legge n.265/2002.